Sconto fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 5 all’11 aprile.

Pulizia e dintorni

Come costruire una testiera per il letto fai da te: idee e procedimenti

23 Agosto 2023

BLOG
Come costruire una testiera per il letto fai da te: idee e procedimenti

Stai cercando delle idee per realizzare una testata per il tuo letto, sia singolo che matrimoniale? Allora sei nel posto giusto! Devi sapere, infatti, che costruire una testiera per il letto fai da te non è affatto difficile: con pochi utensili, un po’ di fantasia e alcuni materiali – anche di riciclo – potrai costruire delle testate davvero belle e originali, che ti permetteranno di rinnovare lo stile della tua stanza con poca spesa e ottimi risultati.

Industrial o shabby chic? Stile moderno, rustico o provenzale? La testata del letto è la parte più visibile della stanza, ne definisce lo stile e funge da elemento di insieme tra l’arredamento e le pareti. Vediamo alcune idee per realizzare una testiera per il letto fai da te. La parola d’ordine? Riciclo creativo! Andiamo!

 

Testata per il letto fai da te con pallet di riciclo

Se ti appassiona lo stile industrial o rustico, puoi creare una bella testata in legno fai da te con i pallet. I vecchi bancali, infatti, si prestano alla realizzazione di tantissimi complementi di arredo della casa, come queste 5 idee creative per costruire mobili in pallet, e possono essere impiegati anche per creare delle testiere per letto, sia singolo, utilizzandone uno, che matrimoniale, accoppiandone due. 

Una raccomandazione: se scegli di lavorare con questo materiale, effettua prima una levigatura del legno e assicurati di utilizzare pedane trattate FITOK: un trattamento a bassa temperatura che garantisce l’assenza di tarme. 

La struttura stessa dei bancali è di per sé già un’ottima testata per il letto: ti basterà fissarne due verticalmente al muro tramite dei tasselli e la tua creazione sarà pronta. Se lo desideri, puoi personalizzare i pallet verniciandoli di un colore che sia in linea con l’arredamento della stanza, oppure passare dell’impregnante per legno e mantenere così il loro bell’effetto rustico. 

Con lo stesso materiale, puoi anche costruire una scarpiera fai da te o ricavare delle assi per costruire una scrivania con cavalletti, in modo da avere l’arredamento della stanza coordinato con la testiera. A questo proposito, prima di procedere con il montaggio dei pallet, non dimenticarti di dare un’occhiata alla tinteggiatura del muro: quei brutti segni neri e quelle macchie non renderanno certo gloria alla nuova testata del letto. Ecco alcuni suggerimenti per pulire le pareti bianche di casa.

Non ti resta, ora, che aggiungere alcune decorazioni ai pallet e dare un tocco di magia alla stanza con delle lucine adatte. Per farlo, vedremo in seguito alcuni suggerimenti utili.

 

riciclo testata letto fai da te pallet

Crediti immagine: Ground Picture/Shutterstock.com

 

Testata per il letto con listelli e tavole di legno 

Se sei un amante delle soluzioni in legno ma non ti piace lo stile industriale dato dai bancali, puoi realizzare una testata per il letto fai da te utilizzando altri elementi, come le perline

Con questo materiale molto versatile è possibile rivestire l’intera parete a tuo gusto, personalizzando la stanza per renderla un luogo ancora più speciale. Puoi accostare le perline e fissarle tra loro in orizzontale o in verticale e dipingerle del colore che preferisci, oppure applicare direttamente un intero pannello murale decorativo per dare un tocco elegante e raffinato all’ambiente.

 

Carta da parati al posto della testata del letto: una soluzione facile e versatile

Se invece cambi più velocemente le idee delle lenzuola, allora la testiera per il letto con carta da parati è la soluzione perfetta per te. Quest’ultima è facile da posare, grazie anche ai nostri suggerimenti su come attaccare e staccare la carta da parati, è lavabile e soprattutto puoi scegliere tra una quantità infinita di colori e fantasie.

Ecco cosa ti serve per rivestire la parete di un letto matrimoniale con carta da parati: 

  • 4 pannelli in legno MDF;
  • carta da parati a tua scelta;
  • colla e pennello;
  • trapano; 
  • cutter.

La prima cosa da fare è trattare i pannelli con del primer sigillante, in modo da uniformare la capacità d’assorbimento della colla da parati. In seguito, stendi con un pennello uno strato di colla sul pannello e applica la carta da parati dall’alto verso il basso, facendo attenzione a non formare delle bolle d’aria. Utilizzando il cutter rimuovi le eccedenze della carta, assicurandoti di lasciarne però una parte sufficiente a rivestire le parti laterali. Con il trapano realizza su ogni pannello una coppia di fori ciechi: che seccatura tutta quella polvere e la segatura che durante la foratura si spargono per tutta la stanza, vero? 

Il migliore alleato in questi casi è un bidone aspiratutto come AR Blue Clean 37 Series 3770 che, grazie alla presa elettroutensile, permette di attaccare all’aspiratore strumenti come trapani e frese. Grazie all’avvio automatico START/STOP, l’aspiratore si accende da solo nel momento in cui viene acceso anche l’utensile, semplificando il lavoro ed evitando di sporcare tutta la stanza con polvere e trucioli. 

 

migliori aspirapolvere

 

Una volta effettuati i fori, puoi fissare i pannelli alla parete per sospensione: inserisci a muro due tasselli e appendi i pannelli sulle relative viti sporgenti. La testata con carta da parati è pronta!

 

Come fare una testata per il letto di stoffa imbottita: tutti i passaggi

Ti piace leggere o rilassarti sul letto con la schiena appoggiata al muro? Allora quello che ti occorre è una morbida testiera imbottita, leggera e non ingombrante.

Anche in questo caso, la testiera che proponiamo è semplice e funzionale, e andrà attaccata al muro come un semplice quadro. La costruiremo con un pannello rettangolare di legno multistrato, rivestito in stoffa e imbottito da un leggero strato di gommapiuma. Se preferisci un effetto più elegante, puoi sostituire la stoffa con dell’ecopelle.

La prima cosa da fare è tagliare con un seghetto alternativo il pannello in multistrato. Per realizzare la testiera di un letto singolo ti basterà un pannello di 110×60, da raddoppiare in caso di letto matrimoniale. Misura e taglia anche la stoffa, avendo cura di lasciare circa 10 cm in più per lato. In seguito ritaglia la gommapiuma e applicala tra il legno e la stoffa: tenendo il pannello capovolto sul retro, tendi bene la stoffa tirandola indietro sulla parte posteriore del pannello. 

Utilizzando uno sparachiodi da tappezziere, fissa il rivestimento al pannello su tutti e quattro i lati facendo attenzione a ripiegare bene le parti sugli angoli. Ci siamo, non resta che appendere la testata al muro! Per farlo, ti suggeriamo di utilizzare due coppie di ganci a scomparsa

 

testata letto fai da te stoffa matrimoniale

Crediti immagine: Ground Picture/Shutterstock.com

 

Ora non resta che pulire la camera da letto dai residui dei lavori e godersi un bel sonno tranquillo. A proposito, sai già come pulire il materasso? Questa potrebbe essere l’occasione giusta per detergerlo e rimetterlo a nuovo! 

 

Valorizzare la parete dietro al letto: suggerimenti e spunti utili

Ora che abbiamo costruito e montato la nostra testiera fai da te, non ci resta che abbellire la parete dietro al letto per rendere la stanza un luogo davvero speciale. 

Puoi utilizzare quadri, lampade, arazzi, stampe e soprattutto luci, perché sarà proprio l’illuminazione a donare calore e atmosfera alla tua camera. Vediamo insieme alcuni suggerimenti per illuminare e rendere più bella la testata del letto. 

 

Come illuminare la testata del letto per renderla più bella

Oltre all’estetica, tieni in considerazione anche le tue abitudini e le tue esigenze: se prima di andare a dormire ti piace rilassarti leggendo un buon libro, è bene puntare su delle luci che ti permettano di non sforzare la vista, come quelle di tipo faretto: Ma quanti lumen occorrono per illuminare in maniera adeguata la testata del letto? Accertati che la tua lampadina abbia dai 350 ai 400 lumen

Se invece non hai bisogno di una luce diretta per le tue letture, puoi illuminare la stanza con le applique: elementi di illuminazione da fissare direttamente sulla parete, funzionali sia in termini di spazio che di decorazione. Posizionali accanto o sopra la testata del letto, in modo da valorizzarla. Se scegli questa soluzione ricordati, però, di fissare le applique ad un’altezza superiore rispetto agli occhi, per non farti abbagliare dalla luce prodotta.

Due ulteriori soluzioni per illuminare la zona del letto, più semplici e più economiche, sono sia delle file di lucine da appendere, sia dei led da applicare intorno alla testata. Questi ultimi è possibile trovarli nei negozi di bricolage, disponibili anche come strisce adesive, cosa che li rende particolarmente pratici e adatti a qualsiasi superficie. 

 

Cosa mettere sopra il letto matrimoniale 

Dopo aver fatto un così bel lavoro nel realizzare la testata fai da te dei tuoi sogni, è il momento di pensare a come ridare vita alle pareti della stanza. Potresti appendere un bel quadro, oggetto di design che, specie se impreziosito da una cornice in linea con il tuo arredamento, ti permetterà di valorizzare con poca spesa la tua camera. 

Ma come disporre e come appendere un quadro? In linea generale, l’altezza minima per appendere i dipinti è di almeno 90/100 cm dal pavimento. Tieni poi in considerazione queste tre peculiarità: la dimensione della parete a disposizione, quella dei quadri e i colori di entrambi, in modo da poter fare i giusti accostamenti.

 

Ecco alcune disposizioni di quadri da copiare per rendere la tua parete una vera… opera d’arte! 

  • centrato sulla parete: ideale per un unico quadro di grandi dimensioni;
  • fila unica: se hai a disposizione più quadri della stessa forma, ma di dimensioni differenti, puoi appenderli lungo una fila equidistante prendendo come riferimento il loro punto centrale;
  • descrivendo una forma geometrica: questa soluzione è perfetta se hai tra le mani tanti quadri di dimensioni diverse. Puoi optare di sistemarli in modo che descrivano una forma geometrica o irregolare.

 

Qualunque tipo di disposizione tu scelga, l’imperativo è sempre uno: sporcare il meno possibile! Sapevi che gli aspiratori della gamma Home & Garden di AR Blue Clean, come ad esempio il modello 31 Series 3170, sono compatibili con il pratico Kit aspirazione polvere?

 

aspirapolvere solidi e liquidi

 

Questo accessorio è dotato di 3 diverse funzionalità studiate per supportarti nei lavori di bricolage domestici. Ti basterà collegarlo al tubo dell’aspiratore e appoggiarlo alla parete sulla quale devi lavorare. Tramite la forza di aspirazione, l’accessorio aderirà perfettamente al muro aiutandoti così in 3 differenti operazioni: sorreggere piccole strutture e listelli (il perfetto alleato per montare una mensola!) regolarne l’altezza grazie al supporto rotante a 360 gradi e raccogliere tutta la polvere prodotta durante la foratura di pareti e soffitti. 

Grazie agli strumenti adatti, come quelli forniti da AR Blue Clean, puoi cimentarti in tutti i lavori di bricolage che preferisci e – come in questo caso – dormire sonni tranquilli: polvere, trucioli e segatura in giro per la casa ormai saranno soltanto un brutto incubo

 

 

Crediti immagine di copertina: Ground Picture/Shutterstock.com