Sconto fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 5 all’11 aprile.

Pulizia e dintorni

Come pulire le pareti di casa? Trucchi e suggerimenti per smacchiare i muri interni ed esterni

19 Maggio 2023

BLOG
Come pulire le pareti di casa? Trucchi e suggerimenti per smacchiare i muri interni ed esterni

Che soddisfazione detergere a fondo il pavimento, i mobili, il divano e i vetri donando loro nuova vita… spesso, però, ci si dimentica di pulire una parte fondamentale: i muri. Le pareti infatti, specialmente se bianche, hanno bisogno ogni tanto anche loro di una bella pulizia! 

Oltre alla polvere che si deposita inevitabilmente sulle superfici, i nemici principali di un muro bianco sono segni neri, macchie, ditate, impronte di scarpe, muffa e fuliggine.

In questo articolo vedremo, quindi, alcuni trucchi e suggerimenti per pulire un muro bianco. 

 

Sbiancare le pareti di casa: ecco come fare

Come pulire un muro bianco sporco? Esistono tanti metodi e soluzioni valide per sbiancare le pareti e togliere le macchie ma, prima di procedere con il trattamento di queste ultime, sono necessari alcuni piccoli accorgimenti. 

Come prima cosa, è utile individuare quale tipo di macchia ci troviamo di fronte, e poi capire il materiale di cui è formato il muro e il tipo di tinteggiatura delle pareti, cioè che si tratti di pittura lavabile o meno, in modo da evitare spiacevoli incidenti. Per un lavoro a regola d’arte, prima di sbiancare le pareti di casa e procedere con la pulizia è necessario detergere correttamente i muri per eliminare la polvere e lo sporco. Su piccole superfici è possibile asportare la polvere con un panno in microfibra, mentre per superfici più grandi consigliamo di utilizzare un aspiratore. Il bidoncino aspiratutto AR Blue Clean 31 Series 3170 è lo strumento perfetto per situazioni casalinghe di questo tipo: pratico, potente ed estremamente versatile, è il più piccolo e leggero della gamma di aspiratori Home&Garden ed è dotato di 3 diverse funzioni:

 

  • Aspirazione polveri e sporco solido;
  • Aspirazione liquidi;
  • Funzione soffiante, studiata per intervenire anche negli angoli più difficili da raggiungere con un normale aspirapolvere.

 

Dotato di una capacità di 15 litri, una portata d’aria di 28 l/s e una depressione di 17 Kpa, è lo strumento ideale per eseguire lavori occasionali che prevedono l’eliminazione dello sporco superficiale dagli spazi domestici. La sua potenza di 1200 W rende questo aspiratutto l’alleato perfetto anche per rimuovere la polvere e lo sporco più grossolano da cantine, soffitte, balconi e garage. È utilissimo, inoltre, per rimettere a nuovo poltrone, divani e per pulire gli interni dell’auto

Come procedere, ora, per sbiancare le pareti di casa? Innanzitutto, dobbiamo rimuovere tutti gli arredi appesi, come quadri e specchi, poi spostare i mobili dai muri ed eventualmente coprirli con dei teli in plastica

Dopo aver spolverato i muri con l’aspiratore, è tempo di dare una bella lavata alla superficie! Se la pittura è lavabile, è necessario procurarsi una spugna imbevuta di acqua e sapone neutro o, in alternativa, acqua e bicarbonato. Una volta strizzata bene va passata su tutte le superfici del muro, dopodiché si procede passando un panno umido per eliminare eventuali tracce di sapone. È importante assicurarsi di non utilizzare panni troppo imbevuti, per evitare che il muro assorba umidità. In caso di pittura non lavabile, suggeriamo di agire soltanto nei punti specifici in cui ci sono particolari macchie e segni da rimuovere.

Ogni tipo di macchia sui muri ha la sua peculiarità, vediamo ora alcuni trattamenti per togliere le principali.

 

Come togliere le macchie gialle dalle pareti bianche

Uno dei principali nemici delle nostre belle pareti bianche è, senza dubbio, il calore. Proprio così: termosifoni, stufe e camini sono i responsabili di quelle antiestetiche macchie gialle che si formano sempre sulla parete della cucina. Niente panico, queste macchie possono essere pulite facilmente strofinando un panno umido imbevuto in un po’ di bicarbonato. Attenzione però a strofinare delicatamente, altrimenti il bicarbonato rischia di graffiare il muro ottenendo il risultato opposto. 

Un altro suggerimento è quello di prevenire le macchie provocate dalla fuliggine di stufa e camino: per farlo, è utile passare l’aspiratore sul muro almeno una volta al mese. Anche in questo caso, i prodotti AR Blue Clean vengono in aiuto per ogni tipo di esigenza domestica: sapevi che diversi modelli, come AR Blue Clean 33 Series 3370, sono compatibili con una vasta gamma di accessori perfetti per ogni evenienza? La bocchetta per fessure, ad esempio, è ottima per pulire comodamente tutti gli angoli delle pareti, mentre il tubo telescopico in acciaio inossidabile è l’accessorio ideale per aspirare anche i punti più lontani e difficili, come soffitti e travi. Se invece hai bisogno di montare una mensola o appendere un quadro senza sporcare, non puoi assolutamente fare a meno del Raccoglipolvere da foratura e dall’accessorio 3 in 1 – kit aspirazione polvere.

AR Blue Clean 33 Series 3370 è proprio uno strumento indispensabile da avere nel proprio arsenale delle pulizie!

 

aspiratore 3770

 

Ma vediamo ora come pulire la macchie di muffa sui muri. Ecco alcuni suggerimenti su come rimuoverle. 

 

Come togliere le macchie di muffa dal muro

Avere della muffa in casa è sempre un bel problema! Soprattutto nei mesi invernali, infatti, è un fatto comune a molte persone, e non è di certo da sottovalutare perché, oltre ad essere antiestetica, la muffa rischia di essere nociva per materiali e persone. 

La causa principale della sua presenza è quasi sempre l’umidità in casa: il più delle volte si tratta di umidità da condensa data dal contatto tra il vapore acqueo presente nell’aria e una superficie fredda, ma può essere provocata anche da problemi più gravi, come l’umidità da infiltrazione e l’umidità da risalita. Se la muffa è presente in grandi quantità servirà contattare delle ditte specializzate nella sua eliminazione, mentre se in piccole quantità può essere rimossa autonomamente. Tra le possibili soluzioni ci sono i prodotti specifici che si trovano in commercio, studiati appositamente per eliminare la muffa dalle pareti interne, oppure dei prodotti naturali. Ecco quali: 

  • Acqua calda e aceto;
  • Acqua, sale, bicarbonato e acqua ossigenata.

 

Acqua e aceto vanno passati con un panno pulito sulla superficie da trattare, dopodiché è necessario attendere almeno un quarto d’ora prima di passare con il risciacquo e di asciugare con un panno asciutto. Per rendere questa operazione ancora più efficace, dopo una prima pulizia è possibile effettuarne una seconda con dell’aceto puro.

La miscela di acqua, sale, bicarbonato e acqua ossigenata, invece, si prepara miscelando 700 ml di acqua con 2 cucchiai di acqua ossigenata al 3%, 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e 2 cucchiai di sale fino, e va applicata sul muro con uno spruzzino, risciacquata e asciugata. 

Un’altra soluzione per rimuovere la muffa è quella di provare con acqua e candeggina, ecco come fare:

  • Indossa una mascherina, guanti di plastica e spalanca le finestre;
  • Miscela in uno spruzzino acqua e candeggina;
  • Spruzza la soluzione sulle pareti ammuffite e attendi circa 15 minuti;
  • Risciacqua il muro tamponando con un panno bagnato ma ben strizzato.

Se con le soluzioni naturali o fai da te non si ottengono risultati efficaci, è bene orientarsi verso prodotti specifici o contattare una ditta specializzata. 

 

Togliere dal muro i segni neri, le ditate e le impronte di scarpe

Antiestetici e decisamente sgradevoli all’occhio, i segni neri o colorati sono tra le principali minacce dei muri bianchi. Possono essere provocati dallo strofinamento sulla parete di oggetti come borse e zaini, dallo sfregamento di mobili. Sapevi che per rimediare puoi utilizzare la gomma da cancellare? Procuratene una bianca e sfregala con delicatezza sul segno nero per cancellarlo. 

Per rimuovere ditate e impronte di scarpe dal muro, è necessario munirsi di un secchio di acqua calda e uno straccio in microfibra. Versa nell’acqua calda qualche goccia di detersivo per piatti, intingi lo straccio in microfibra e, avendo cura di strizzarlo bene, procedi sfregando delicatamente nel punto della parete dove si trova lo sporco. Una volta rimossa la macchia, è necessario risciacquare la zona con uno straccio bagnato imbevuto di acqua pulita e strizzato. 

Un’ulteriore alternativa è quella di procurarsi un prodotto in commercio chiamato “gomma magica”: si tratta di una tavoletta bianca (simile ad una spugna) a base di melammina che, a contatto con l’acqua, rimuove lo sporco dai muri. L’importante è utilizzarla con acqua fredda e senza aggiunta di detersivi: l’acqua calda e i detergenti a base di cloro, come la candeggina, provocherebbero una reazione chimica rendendo nociva la melammina. 

 

Come togliere i segni dal muro

Crediti immagine: New Africa/Shutterstock.com

 

Come imbiancare un muro sporco

Se invece di smacchiare per spot hai la necessità di rinnovare le pareti, non ti resta che armarti di rulli, pennelli, vernice e imbiancare il muro sporco. Non preoccuparti: imbiancare casa da soli è un’operazione meno ardua di quello che possa sembrare, e grazie ai nostri consigli riuscirai a farlo velocemente e senza sporcare!  

Per imbiancare un muro sporco è prima necessario farsi un’idea di ciò che abbiamo di fronte: se notiamo che i vecchi strati di pittura della parete si stanno staccando, prima di applicare la vernice nuova è necessario eliminare quella precedente. Assicuriamoci, inoltre, di aver rimosso le eventuali muffe sui muri, e di aver riparato crepe e buchi passandoci dello stucco oppure facendo una rasatura. Lo scopo è quello di rendere la parete il più liscia e omogenea possibile. 

Riguardo la vernice, in commercio ne esistono vari tipi tra cui scegliere. Tra le opzioni utilizzate maggiormente per dipingere i muri interni ci sono le idropitture. Il consiglio è di scegliere sempre idropitture lavabili, in modo tale da poter rimuovere agevolmente eventuali macchie. Tutte le vernici in commercio sono concentrate e andranno diluite prima dell’uso, perciò prima di procedere con la tinteggiatura delle pareti è meglio assicurarsi di aver letto bene tutte le istruzioni presenti nel barattolo!

Abbiamo visto diversi trucchi e soluzioni per sbiancare le pareti di casa e per togliere le macchie dai muri bianchi interni. Ma all’esterno? Avere un’abitazione con i muri esterni sporchi è sicuramente antiestetico: polveri e smog e tanto altro si depositano sulle superfici rovinandole nel tempo. Vediamo come risolvere il problema e quali mezzi approntare per tirare a lucido superfici esterne e muri in pietra. Un’anticipazione? Un bel getto di acqua ad alta pressione è la soluzione a tanti problemi!  

 

Come pulire i muri esterni con l’idropulitrice 

Inquinamento, polveri, muffa… le superfici esterne della casa sono sempre a contatto con diversi tipi di sporcizia che fanno sembrare l’edificio vecchio e mal tenuto. Il lavaggio delle facciate esterne è necessario sia per una corretta manutenzione periodica dell’abitazione, sia per eliminare sporco e grigiore o per preparare le superfici ad una nuova verniciatura. Ma per pulire le facciate di casa e i muri esterni agevolmente, l’idropulitrice è lo strumento giusto?

Se i rivestimenti dei muri esterni della nostra casa sono in vinile, alluminio, acciaio, mattoni, stucco o legno, allora la risposta è ! Il getto d’acqua erogato ad alta pressione dall’idropulitrice permette di pulire rapidamente anche lo sporco più ostinato, e di concludere il lavoro rapidamente e con estrema semplicità. 

L’idropulitrice è lo strumento ideale anche per pulire un muro in pietra, ed è possibile ottenere un’elevata efficacia pulente se alla forza dell’alta pressione viene associato un detergente specifico, come il detergente per muri & pietre, ideale per detergere in modo profondo e accurato superfici in pietra naturale, in sasso e le facciate in muratura. Utilizzare un prodotto studiato appositamente per questo materiale è fondamentale in quanto, se trattata con soluzioni troppo aggressive, la pietra naturale rischia di rovinarsi.

 

 

Ma quale idropulitrice utilizzare per svolgere al meglio questa operazione? AR Blue Clean mette a disposizione una vasta gamma di idropulitrici Home&Garden, ideali per far fronte a tutte le necessità outdoor, come pulire i pavimenti esterni ruvidi, le scale esterne in pietra, o per pulire il pavimento in cotto. L’idropulitrice AR Blue Clean 5 Series 591, per esempio, è un’ottima soluzione per detergere le pareti esterne della propria abitazione. 

Si tratta di una macchina perfetta per un uso semi-professionale, dotata di prestazioni elevate grazie al potente motore a induzione e alla resistenza dei materiali con cui è realizzata, come ad esempio la testa pompa in ottone. Questo modello ​​è ideale per rimuovere efficacemente lo sporco da pavimentazioni, muri, scale, tetti, piscine oppure 

per detergere mezzi di grandi dimensioni come barche e camper. Se equipaggiata con il kit lancia sabbiante PRO, puoi anche utilizzarla per rimuovere vernice e graffiti dai muri esterni: insomma, uno strumento indispensabile e sempre pronto all’uso per qualsiasi tipo di esigenza pulente. 

In questo articolo abbiamo visto diverse soluzioni e suggerimenti per pulire le pareti di casa, da quelle interne a quelle esterne. Smacchiare i muri bianchi è possibile grazie a soluzioni naturali e non, e passare spesso sui muri con un pratico bidoncino aspiratutto è un’ottima soluzione per prevenire macchie e sporco.

Bene, ora che i muri di casa sia interni che esterni sono completamente puliti, è ora di darsi da fare con le decorazioni! Ecco quindi alcuni consigli utili per attaccare e staccare la carta da parati e abbellire un muro di cemento in giardino.

 

 

Crediti immagine copertina: ERIK Miheyeu/Shutterstock.com