Sconti fino al 15% su idropulitrici Black Edition e accessori. Promo valida dal 18 al 24 luglio.

Pulizia e dintorni

Pulire la casa al mare: tutto quello che devi sapere

21 Giugno 2021

BLOG
Pulire la casa al mare: tutto quello che devi sapere

Ci siamo. È finalmente arrivato il momento di tornare nella nostra casa al mare per trascorrere una splendida vacanza estiva. Appena giunti a destinazione, però, ci ricordiamo delle tante faccende che dobbiamo sbrigare. 

L’abitazione infatti, essendo rimasta chiusa per tanto tempo, ha bisogno di essere igienizzata e rinfrescata, per non parlare del problema della sabbia, che tende a infilarsi ovunque, e della salsedine che può corrodere e rovinare i materiali. Per non perdere troppo tempo tra strofinacci, scope e detergenti, scopri i nostri consigli per pulire la casa al mare in modo efficiente e rapido!

Come pulire la casa al mare: l’importanza di igienizzarla prima della partenza

Che sia al mare o in montagna, le pulizie dell’abitazione saranno meno impegnative se, quando l’abbiamo lasciata, abbiamo avuto l’accortezza di igienizzarla a dovere. Come abbiamo visto nell’articolo dedicato alla cura della casa vacanze, infatti, è molto importante pulire bene tutti gli ambienti prima di partire: in questo modo avremo meno cose da fare al nostro arrivo e non dovremo impazzire. 

Naturalmente, l’impegno richiesto dipende anche dal tipo di abitazione: una cosa è occuparsi di un piccolo appartamento, mentre ben diverso è gestire una casa di grandi dimensioni come una villetta con un ampio giardino esterno. 

In ogni caso, dopo aver riattivato gli impianti di luce, acqua e gas, vediamo quali sono le principali operazioni da eseguire e gli strumenti utili da utilizzare per fare risplendere la casa al mare, a partire dagli esterni.

Pulire gli spazi esterni di una casa al mare: come eliminare la salsedine

Quando si pensa a come pulire una casa al mare, va rivolta particolare attenzione alle aree esterne. Ringhiere e infissi, per esempio, sono particolarmente sottoposte a una maggiore usura rispetto ad altri manufatti, a causa di salsedine, vento e sabbia. La salsedine, in particolare, può penetrare nei materiali e causarne il deterioramento nel tempo. Scopriamo quindi come rimuoverla e come prenderci cura degli spazi outdoor

Pulire le incrostazioni di salsedine dagli infissi

Innanzitutto, è importante verificare lo stato degli infissi, così come di porte, tapparelle, finestre. Possiamo quindi provvedere a eliminare eventuali tracce di sabbia usando un compressore e verificare la presenza di possibili macchie bianche di salsedine. Se sono presenti, puoi provare a togliere queste incrostazioni usando una miscela di acqua calda e sgrassatore da passare con una spugna morbida, per poi rimuovere le tracce di detersivo con un panno umido. Per gli infissi in legno, invece, è meglio utilizzare un detergente specifico per il parquet.

Come fare risplendere i vetri della casa al mare

Un modo per pulire i vetri della casa al mare quando sono molto sporchi di salsedine è l’uso del limone, un rimedio naturale perfetto per le pulizie ecologiche. Puoi preparare una miscela a base di:

  • acqua tiepida;
  • succo di limone;
  • qualche goccia di detersivo per i piatti

Dopo aver passato la miscela con una spugna sulle superfici da lavare, dovrai risciacquare con un panno umido e asciugare. Per tanti altri consigli sulla cura delle finestre, puoi dare un’occhiata al nostro articolo sulla pulizia dei vetri.

Togliere la salsedine dalle ringhiere

Anche gli elementi in metallo come inferriate e cancelli possono essere attaccati dalla salsedine. Dopo aver rimosso polvere e sabbia, ti suggeriamo di usare una paglietta metallica per togliere le incrostazioni di salsedine ed eventuali macchioline di ruggine. Dopodiché, puoi pulire con una soluzione di acqua calda e sgrassatore, e sciacquare con un panno umido. Cancelli e arredi esterni in metallo, inoltre, andrebbero protetti con appositi prodotti che evitano la formazione di ruggine.

Prendersi cura dei mobili esterni di una casa al mare

Pulire la casa al mare, se questa ha un giardino o uno spazio esterno, significa anche prendersi cura dell’outdoor e dei mobili usati fuori dall’abitazione. Partiamo dal presupposto che, prima di lasciare la casa alla fine della vacanza, bisognerebbe portare la mobilia all’interno per proteggerla al meglio ed evitare che la salsedine e gli agenti atmosferici possano rovinarla. Questa operazione, naturalmente, va fatta dopo aver accuratamente lavato sedie e tavolini, magari usando una comoda idropulitrice, l’opzione ideale per igienizzarli rapidamente e in modo efficace.

Un’idropulitrice adatta a questo scopo è il modello e-1600P di AR Blue Clean, idonea anche per lavare la bicicletta o far risplendere l’automobile. I mezzi di trasporto, infatti, così come i mobili da giardino, andrebbero lavati periodicamente e conservati al chiuso per evitare che le superfici metalliche possano essere intaccate dalla salsedine.

Anche durante il periodo di vacanza, naturalmente, è bene prendersi cura degli arredi esterni, eliminando con una certa frequenza la polvere, la sabbia e lo sporco che si accumulano. L’idropulitrice può essere sempre utilizzata per lavarli in modo veloce e preciso, preferibilmente abbinandola a detergenti adatti al tipo di materiale.

Pulire il patio della casa al mare

Spesso le case al mare sono dotate anche di un ampio patio esterno. Anche questo andrà lavato con cura al tuo arrivo, ma anche prima di partire e durante il periodo di vacanza. Avere un outdoor sempre pulito è fondamentale se vuoi goderti pienamente il giardino, ma anche per evitare che lo sporco entri dentro casa. Inoltre, se hai dei bambini o degli animali, è doppiamente importante mantenere elevati livelli di igiene. 

Non dimenticare quindi di spazzare spesso per rimuovere la sabbia, eventuali foglie e residui vegetali, e, per una cura più approfondita, di adoperare un’idropulitrice come e-2000HRD, che ha la potenza adatta per questa applicazione. La macchina è provvista anche di Patio Cleaner, l’accessorio che consente di lavare i pavimenti esterni in modo più uniforme e omogeneo.

Per un pulito più profondo, AR Blue Clean mette a disposizione anche HYG – Detergente igienizzante per idropulitrici che riduce notevolmente la carica batterica presente sulle superfici outdoor.

Vuoi sapere come prenderti cura dell’outdoor di casa a 360 gradi? Perché allora non leggi anche i nostri consigli su come pulire della piscina o come lavare le tapparelle

Come pulire gli interni della casa al mare

Dopo aver visto come eliminare la sabbia e la salsedine dall’esterno di casa, scopriamo come igienizzare gli ambienti interni e quali strumenti usare.

Eliminare la polvere e la sabbia dalle superfici

Per prima cosa dovrai lasciare arieggiare gli ambienti, abitudine da avere anche ogni mattina, nella vita quotidiana, per eliminare l’umidità in casa

Successivamente, bisognerà togliere i teli che hai precedentemente lasciato sulle superfici e procedere con una bella spolverata dei mobili usando un panno umido. Se hai a che fare con mobili di pregio, in particolare, ti consigliamo di agire delicatamente per evitare che eventuali residui di sabbia possano rigarli. 

Su divani e poltrone è consigliabile usare un aspirapolvere, la soluzione migliore per rimuovere ogni traccia di sporco e possibili granelli di sabbia. Tuttavia, se hai avuto l’accortezza di coprirli prima di partire, non dovrebbero essere particolarmente impolverati e basterà una passata veloce. 

La cura dei pavimenti della casa al mare

Anche per il pavimento di una casa al mare un buon aspirapolvere sarà molto più utile rispetto a una scopa, soprattutto per raccogliere tutti i residui di sabbia, spesso troppo piccoli per essere eliminati con altri strumenti. Rispetto a un normale aspirapolvere, però, ti consigliamo un bidone aspiratutto, in quanto rappresenta uno strumento più versatile e potente

Sapevi che gli aspiratori multiuso AR Blue Clean sono in grado di rimuovere anche calcinacci, detriti, residui di cibo, pezzi di vetro rotti, nonché sporco solido e liquido allo stesso tempo? Insomma, sono perfetti per qualsiasi necessità pulente, da quelle ordinarie a quelle “straordinarie”. Grazie alla bocchetta per tessuti di cui sono provvisti, inoltre, sono idonei anche per l’igiene dei tappeti, la cura dei divani e la manutenzione del materasso.

Dopo averli aspirati per bene, ovviamente, i pavimenti della casa al mare andranno lavati con un detersivo idoneo al materiale della superficie.

Igienizzare bagno e cucina

Bagno e cucina sono due ambienti che dovrebbero essere stati igienizzati a fondo prima di lasciare la casa alla fine delle vacanze. Al tuo arrivo, quindi, andranno certamente puliti, ma il grosso del lavoro dovrebbe essere già stato fatto. 

Concentrandosi sulla cucina, in particolare, ci saranno il frigo da disinfettare, le stoviglie da lavare e le varie superfici da rinfrescare per bene. Ti consigliamo anche di lasciare aperte le ante dei mobili per eliminare l’eventuale odore di chiuso.

Tra le altre operazioni da non dimenticare ci sono anche l’igiene dei condizionatori, l’eliminazione di eventuali ragnatele dalle pareti (l’aspiratore multiuso è perfetto per questa necessità) e il controllo della presenza di muffa sui muri che, in situazioni di particolare umidità o in caso di infiltrazioni, potrebbe svilupparsi.

Il consiglio in più: come evitare di portare la sabbia in casa

Durante una vacanza al mare, soprattutto se abbiamo dei bambini, un’altra sfida costante è evitare di portare la sabbia in casa, soprattutto al ritorno dalla spiaggia. Una piccola accortezza per salvaguardare gli ambienti domestici è dedicare una zona esterna della casa – ad esempio il garage, la lavanderia, un ripostiglio – agli oggetti del mare. Prima di entrare, dunque, potremmo lasciare qui le cose più insabbiate, come giochi da spiaggia e teli, evitando di sporcare tutti i pavimenti. In generale, inoltre, non fare mai ingresso in casa con i piedi sporchi di sabbia

La vacanza al mare va a gonfie vele, ma le zanzare non ti danno tregua? Scopri tutti i nostri consigli sulla disinfestazione delle zanzare fai da te!