Pulizia e dintorni

Come pulire il gres porcellanato: tutti i consigli per un pavimento perfetto

19 Ottobre

BLOG
Come pulire il gres porcellanato: tutti i consigli per un pavimento perfetto

Notice: Undefined variable: image in /var/www/html/arbc.noetica.it/wp-content/themes/arblueclean/ebook-functions.php on line 254

Il gres porcellanato è un materiale sempre più presente nei pavimenti delle nostre abitazioni. Viene apprezzato, in particolare, per la sua resistenza, idrorepellenza e per la grande varietà di effetti estetici possibili, in quanto può riprodurre l’aspetto di materiali pregiati come il legno e il marmo. Molte persone, tuttavia, hanno la sensazione di non riuscire a pulirlo in modo perfetto e non sanno quali prodotti usare per detergerlo con cura. 

Il gres, in realtà, non è un materiale difficile da lavare: basta solo adottare alcune accortezze per ottenere ottimi risultati. Scopriamo allora come fare la pulizia del gres porcellanato e quali errori evitare! 

La pulizia dopo posa: uno step fondamentale nella cura del gres porcellanato

Innanzitutto, è importante distinguere la pulizia del gres porcellanato che si esegue dopo la posa da quella ordinaria. Si tratta infatti di due step differenti: il primo, in particolare, è essenziale per garantire la buona riuscita delle cure ordinarie. 

Ma in cosa consiste il lavaggio dopo posa? È un’operazione da effettuare alcuni giorni dopo la posa del pavimento che permette di rimuovere tutti i residui di cantiere dalla superficie, come malta, colla e vernice. Non può essere svolta con i normali detergenti domestici, ma è necessario un apposito detergente acido; inoltre, trattandosi di un lavoro più complesso rispetto alle normali pulizie, può essere consigliabile rivolgersi a dei professionisti per eseguirlo.

Perché è uno step essenziale? Il motivo è che senza una pulizia dopo posa ben fatta, sul pavimento rischiano di formarsi aloni e macchie difficilmente rimovibili. I residui rimasti, infatti, possono fare da base per lo sporco, che si attaccherà più facilmente, causando segni che anche un’accurata detersione, successivamente, non riuscirà a eliminare del tutto. 

Come pulire il gres porcellanato: la manutenzione ordinaria

Se la pulizia dopo posa può risultare un po’ impegnativa, quella ordinaria, invece, è molto semplice: dopo averlo deterso a dovere, infatti, non ci resta che seguire alcune accortezze per lavare il gres nel modo giusto. Ecco come fare!

I prodotti da usare per detergere il gres 

Per la pulizia del pavimento in gres porcellanato in genere si può adoperare una miscela di acqua calda e detergente neutro pensato per questo materiale, da passare con un panno per pavimenti. Di solito è consigliabile usare piccole quantità d’acqua, strizzando bene lo straccio.

Sono da evitare i prodotti contenenti cere o brillantanti perché finirebbero col depositare una patina indesiderata sulla superficie, così come gli strumenti dall’azione abrasiva quali spazzole rigide o spugnette in metallo. In presenza di macchie particolari, invece, ti consigliamo di impiegare soluzioni specifiche, come vedremo meglio più avanti. 

Prima del lavaggio, naturalmente, dovrai rimuovere la polvere: per farlo puoi avvalerti di un comodo aspiratore multiuso, ad esempio, strumento più pratico e potente dell’aspirapolvere classico perché in grado di aspirare, senza difficoltà, i residui di sporco più grossolani e anche i liquidi. Per questo rappresenta un valido aiuto sia per le faccende domestiche quotidiane sia per i lavori più impegnativi come le pulizie di fine cantiere e la cura del pavimento dopo una ristrutturazione

Come lavare il gres porcellanato effetto legno

Come abbiamo detto, il gres porcellanato è apprezzato anche per la sua capacità di riprodurre l’effetto estetico di materiali pregiati come il legno, ad esempio. Molti, quindi, si domandano come prendersi cura di un pavimento in gres effetto legno e quali siano le procedure migliori. Posto che la pulizia dopo posa è un passaggio fondamentale a prescindere dalla tipologia di gres (sia esso lucido, opaco, a effetto legno, a effetto marmo), per quanto riguarda la pulizia ordinaria è consigliabile sempre partire con la rimozione della polvere, per poi passare al lavaggio con una miscela di acqua calda e detergente neutro

In commercio esistono anche dei prodotti da utilizzare dopo la detersione con lo scopo di creare su questo tipo di pavimento una barriera che lo protegga maggiormente dallo sporco.

Come pulire i pavimenti in gres porcellanato opaco

Un’altra tipologia è il gres porcellanato a effetto opaco, che di solito tende a trattenere maggiormente la polvere e lo sporco. Anche qui, per la cura ordinaria, dopo aver tolto la polvere puoi procedere con una miscela di acqua e detergente neutro specifico. 

Per quanto riguarda i pavimenti esterni in gres, che di solito sono opachi e ruvidi per garantire un effetto antiscivolo, potresti optare per una comoda idropulitrice

Non ne hai mai sentito parlare? Si tratta di uno strumento molto pratico, efficiente e comodo: il funzionamento dell’idropulitrice, infatti, prevede l’utilizzo di un getto d’acqua ad alta pressione che consente di agire rapidamente e senza fatica sullo sporco più ostinato. 

È una soluzione utilissima per tutti coloro che dispongono di un ampio spazio esterno, per mantenerlo sempre igienizzato e curato. Le idropulitrici AR Blue Clean, inoltre, hanno il vantaggio di poter essere abbinate a tanti pratici accessori e detergenti specifici che facilitano ulteriormente le operazioni pulenti.

pulizia gres esterno idropulitrice

Come igienizzare il gres porcellanato a effetto lucido

Anche per il gres porcellanato effetto lucido è consigliabile, come primo step, rimuovere con cura la polvere presente e poi procedere con un lavaggio effettuato con un detergente neutro specifico. Molti suggeriscono di passare sulla superficie un panno asciutto dopo il lavaggio per evitare maggiormente la formazione di aloni.

La lucentezza della superficie potrebbe far credere che sia necessario adoperare delle cere, ma anche in questo caso non vanno utilizzate perché possono lasciare degli aloni e creare una patina scivolosa. Inoltre, bisogna fare ancor più attenzione a non usare panni e spugne abrasivi perché possono compromettere la lucentezza. 

Che cosa rovina il gres porcellanato? 

Riassumiamo, quindi, i principali fattori in grado di comprometterne la bellezza del gres porcellanato. Se con il tempo ci accorgiamo che sul pavimento appaiono aloni o macchie, la ragione può essere: 

  • la pulizia dopo posa che non è stata effettuata, o che non è stata eseguita in modo corretto;
  • l’uso di prodotti non idonei per la detersione ordinaria;
  • l’utilizzo di strumenti aggressivi, come spugne o panni abrasivi.

Come smacchiare il gres e cosa fare in caso di sporco ostinato?

In caso di macchie o di sporco particolarmente difficile che possono essersi formati, come anticipato può essere utile impiegare soluzioni specifiche: ad esempio, per macchie di grasso o di olio si può usare un detergente a base alcalina, mentre per tracce di calcare o di ruggine ne servirà uno a base acida. In ogni caso, se non siamo sicuri di cosa adoperare, è sempre meglio chiedere consiglio a degli esperti.

Come hai visto, dunque, prendersi cura di un pavimento in gres porcellanato non è particolarmente difficile se si conoscono le accortezze giuste. Vuoi sapere di più sulle pulizie domestiche? Perché non leggi i nostri articoli dedicati alla manutenzione del parquet o all’igiene del pavimento in cotto?