Sconto fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 5 all’11 aprile.

Pulizia e dintorni

Come pulire il plexiglas: suggerimenti ed errori da evitare

10 Novembre 2021

BLOG
Come pulire il plexiglas: suggerimenti ed errori da evitare

Il plexiglas (o plexiglass) è il nome commerciale con cui solitamente ci si riferisce al polimetilmetacrilato, una resina termoindurente molto presente negli oggetti che usiamo nella vita quotidiana. Apprezzato per la sua trasparenza e resistenza, viene spesso utilizzato in sostituzione del vetro per creare componenti d’arredo, contenitori, accessori. Può essere usato, inoltre, per realizzare pannelli delle docce, pannelli divisori e lucernari, solo per citare alcuni dei suoi possibili impieghi.

Devi sapere, però, che questo materiale richiede alcune accortezze per essere deterso e lucidato, in quanto è soggetto a rovinarsi facilmente nel caso di graffi e abrasioni e basta l’impiego di prodotti sbagliati per rischiare di danneggiarlo. Scopriamo allora come pulire il plexiglas per averlo sempre in ottime condizioni.

Come pulire il plexiglas: cosa fare e non fare

Il plexiglas è un materiale semplice da pulire, l’importante è seguire alcune semplici indicazioni per evitare di rigarlo e opacizzarlo. È consigliabile avvalersi di un panno morbido come quelli in microfibra o in cotone e di una soluzione di acqua e detergente delicato, ad esempio, per la detersione.

Usare un panno morbido è fondamentale perché agisce in modo leggero senza danneggiare il polimetilmetacrilato. Altra indicazione preziosa: per fare in modo che la polvere non venga attirata dalle cariche elettrostatiche che si formano durante lo strofinamento può essere utile adoperare un detergente antistatico.

Pulire il plexiglas: gli errori da non commettere

Quando si deterge il plexiglas è fondamentale non utilizzare prodotti eccessivamente aggressivi come:

  • alcol
  • acetone
  • ammoniaca
  • candeggina
  • detergenti per vetri a base alcolica

Se la superficie è coperta di polvere, inoltre, questa non andrebbe eliminata a secco, quindi passandoci sopra un panno asciutto, perché rischieremmo di creare graffi.

Come pulire il plexiglas trasparente o colorato: gli step da seguire

Sulla base di queste indicazioni, vediamo ora quali sono i principali passaggi per pulire il plexiglas nel modo corretto:

  1. Come abbiamo detto, la polvere non va rimossa a secco. Il primo step, dunque, sarà toglierla dalla superficie avvalendosi di un compressore, ad esempio, oppure di un morbido spolverino in microfibra da passare molto delicatamente. Un’altra possibile opzione è affidarsi alla funzione soffiante degli aspiratori multiuso AR Blue Clean.
  2. Successivamente si passa alla detersione con acqua e detergente. Usa un quantitativo abbondante di acqua, perché ciò eviterà ulteriormente il rischio di rigare il polimetilmetacrilato. Pulisci con una spugna oppure con un panno in microfibra o cotone, risciacquandoli regolarmente in modo che non trattengano eventuali particelle di sporco.
  3. A questo punto non ti resta che sciacquare il plexiglas (se si tratta di un oggetto di piccole dimensioni puoi lavarlo direttamente sotto l’acqua corrente) e asciugarlo con un panno morbido.

Plexiglas opaco o rigato: come fare?

Come comportarsi se, con il tempo, notiamo che il plexiglas mostra rigature e opacità? In caso di graffi e aloni leggeri causati dall’usura possiamo avvalerci di apposite paste antigraffio, ideali per ripristinare la superficie in questi casi. Se invece si tratta di solchi profondi, provocati dal contatto con oggetti appuntiti, la pasta potrà solo attenuarli leggermente e difficilmente sarà risolutiva.

Se il plexiglas è opaco per via dello sporco, chiaramente basterà detergerlo accuratamente (magari ripetendo l’operazione più volte, se necessario) seguendo i suggerimenti visti in precedenza. Tuttavia, se l’opacità è dovuta al fatto che la superficie sia entrata in contatto con prodotti che lo hanno rovinato, probabilmente il materiale sarà compromesso e risulterà difficile farlo tornare allo stato originale. Affidarsi sempre a soluzioni adatte, quindi, è il modo migliore per prevenire situazioni simili.

Plexiglas del box doccia: come farlo risplendere?

Se l’obiettivo è pulire il plexiglas del box doccia puoi avvalerti di una soluzione naturale. Basterà munirti di un flacone spray e riempirlo per metà di aceto bianco e per metà di acqua tiepida. Chiudi il flacone e scuotilo in modo che le due componenti si miscelino, quindi:

  1. spruzza la soluzione sulla superficie;
  2. strofina con una spugna morbida;
  3. risciacqua con acqua tiepida;
  4. passa il tergivetro per far sparire le goccioline.

L’aceto, inoltre, è un ottimo rimedio per rimuovere il calcare, oltre che essere una buona soluzione per pulizie ecologiche. Viene inoltre in nostro soccorso anche per altre evenienze, ad esempio per eliminare l’odore della pipì di gatto o per togliere la muffa dai muri.

Come hai visto, è fondamentale avere a disposizione gli strumenti adatti alla pulizia della superficie da trattare per detergerla senza danneggiarla. Perché non scopri quali sono i prodotti indispensabili per l’igiene della casa, in modo da avere sempre tutto l’occorrente per prendertene cura?