Sconto fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 5 all’11 aprile.

Pulizia e dintorni

Le 5 fasi del Car Detailing e quale idropulitrice scegliere

21 Dicembre 2023

BLOG
Le 5 fasi del Car Detailing e quale idropulitrice scegliere

Per alcune persone la cura dell’auto è solo una delle tante incombenze che si sommano alle faccende di casa. Per altre, invece, è molto di più: si tratta di un vero e proprio interesse, che va ben oltre il semplice lavaggio della vettura. Questa passione si chiama car detailing, un insieme di operazioni atte a mantenere la macchina sempre bellissima, come appena acquistata all’autosalone. Scopri cos’è, come svolgerlo e gli strumenti più adatti per eseguirlo alla perfezione!

 

Cosa si intende per car detailing?

Quando si parla di detailing dell’auto, ci si riferisce a una serie di procedure che hanno lo scopo di ripristinare l’estetica, proteggere e conservare la finitura delle superfici dell’auto, sia esterne che interne. Ciò viene fatto per riportare la vettura alla sua bellezza originaria oppure per mantenerla in quelle condizioni il più a lungo possibile.

Il car detailing non va confuso con le normali attività di lavaggio e lucidatura che, gran parte di noi, riserva solitamente all’automobile, ma va ben oltre. Consente infatti di agire sui dettagli e sulle imperfezioni più piccole e lo fa attraverso una serie di passaggi, dalla pulizia ai trattamenti per eliminare i segni e rimuovere i graffi, dagli interventi protettivi a quelli manutentivi. Per capire quanto impegno e dovizia servano, basti pensare che il lavoro può richiedere dei giorni per essere completato seguendo tutti gli step!

Benché ci siano delle operazioni precise da compiere, il detailing è una pratica personalizzabile e interpretabile in modi diversi e può essere svolta da professionisti esperti, ma anche da privati appassionati della cura dell’auto.

 

 

Le 5 fasi del car detailing

Che lo si faccia come privati o come professionisti, il detailing prevede alcuni passaggi precisi. Possono cambiare i prodotti, gli strumenti o il livello di dettaglio, ma le fasi da seguire sono le stesse. Vediamo gli step principali.

 

1 – Pulizia e lavaggio

Con il lavaggio delle superfici esterne e interne dell’auto si rimuove lo sporco stradale, gli insetti, la polvere e altri residui presenti. È un processo molto accurato e interessa ogni parte del veicolo: carrozzeria, vetri, cromature, plastiche, pneumatici, guarnizioni ecc.

La stessa attenzione viene riservata anche agli interni: tessuti, superfici in pelle, plastiche e tappetini vengono sottoposti a una scrupolosa pulizia.

In questa fase bisogna usare prodotti neutri, capaci di preservare la bellezza dei materiali senza aggredirli, uniti a strumenti specifici come panni in microfibra e guanti per il lavaggio, per esempio. Anche le idropulitrici fanno parte degli strumenti che possono essere adoperati in questa fase, per quanto riguarda l’esterno dell’auto; per la pulizia degli interni dell’auto, invece, occorrono dei bidoni aspiratutto, efficaci per far sparire ogni traccia di sporco sia solido che liquido.

 

 

2 – Decontaminazione

Con la decontaminazione si completa quanto iniziato durante la fase precedente. La decontaminazione, infatti, serve a eliminare tutte le tracce di sporco che il lavaggio, seppur accurato, non è riuscito a rimuovere. Si interviene dunque sulle tracce di resina, colla, ferro, catrame, ossidazione, ecc. per riportare la superficie al suo antico splendore.

Uno degli strumenti più utilizzati a questo scopo è la clay bar, una barretta di argilla che serve a raccogliere le impurità.

 

3 – Lucidatura

La lucidatura rappresenta il “cuore” del car detailing. Si tratta di un processo importantissimo, perché consente di intervenire su tutte le imperfezioni, anche piccole, che rovinano l’estetica dell’auto come, ad esempio, graffi, aloni, incisioni, swirls (le rigature circolari). Con questo passaggio, in sostanza, si regala una nuova brillantezza alla carrozzeria.

La lucidatura può avvenire a mano, tramite la stesura del prodotto con un applicatore, in alternativa si può usare una lucidatrice rotorbitale o una lucidatrice rotativa, quest’ultima più indicata per i professionisti esperti.

 

4 – Protezione

Dopo essere stata lavata, decontaminata e lucidata, la vettura deve essere anche protetta. Questo vale sia per le superfici esterne che interne: grazie a questa operazione, infatti, l’auto sarà meno esposta ai danni dovuti a inquinamento, raggi solari, usura, graffi, sporco, ad esempio. Per la protezione dell’auto esistono diverse tipologie di prodotto, come le cere, da scegliere in base al proprio budget e alle proprie esigenze.

 

5 – Mantenimento

Una volta concluso il lavoro, non resta che mantenerlo nel tempo. Non si tratta di un’operazione difficile: basta mettere in pratica alcune accortezze durante le regolari attività di lavaggio e cura dell’auto, come utilizzare dei detergenti delicati e degli strumenti adatti alle superfici da trattare. 

Per ottenere anche a casa un lavoro professionale è fondamentale scegliere strumenti per il car detailing che siano sicuri e professionali. Vediamo insieme quali. 

 

Idropulitrice e accessori per il car detailing: quali scegliere

All’interno del car detailing, per ottenere buoni risultati è necessario non tralasciare nessuna fase e affidarsi a strumenti professionali e prodotti di qualità.

La cura dell’automobile parte proprio dal prelavaggio: questo fondamentale step consiste in un’azione pulente profonda, necessaria per rimuovere lo sporco e impurità più ostinati. Molti prodotti, però, rischiano di essere troppo aggressivi e dunque di danneggiare la ceratura o i trattamenti protettivi applicati alla carrozzeria: per questo è consigliabile effettuare un prelavaggio foam tramite idropulitrice. Questa tecnica consiste nel nebulizzare il detergente schiumogeno tramite apposita lancia. 

Uno strumento particolarmente adatto per il prelavaggio e il risciacquo dell’automobile è l’idropulitrice AR Blue Clean DSS Series 3.0 PE corredata di kit schiumogeno ad alta pressione. Questo modello è infatti dotato di sistema DSS (Dual System Speed) che permette di modulare le prestazioni a seconda delle esigenze: attivando la modalità ECO SPEED puoi dedicarti al lavaggio di superfici più delicate, mentre la modalità MAX SPEED è maggiormente indicata per applicazioni che richiedono una forza pulente elevata

 

idropulitrice car detailing

 

Il kit schiumogeno ad alta pressione, inoltre, ha il vantaggio di distribuire il detergente in modo molto più efficace e veloce rispetto ad uno in bassa pressione, evitando che il detergente asciughi troppo in fretta e che possa formare macchie e aloni. Per preservare la bellezza della carrozzeria, anche in fase di lavaggio non dimenticarti di impiegare un prodotto adatto alla pulizia dell’auto. Il detergente auto & barche per idropulitrici è formulato appositamente per eliminare lo sporco da questo tipo di superfici: la soluzione perfetta per agire accuratamente e in tempi rapidi. 

Ora che abbiamo visto quale idropulitrice scegliere all’interno del car detailing, non dimenticarti di impiegare anche tutti gli accessori più adatti per mantenere la bellezza della tua automobile. I must-have sono quindi:

  • idropulitrice ad acqua fredda con kit schiumogeno per prelavaggio e lavaggio;
  • bidone aspiratutto per la pulizia degli interni;
  • claybar per la decontaminazione;
  • lucidatrice rotativa per la lucidatura della carrozzeria;
  • cera per proteggere la superficie. 

 

 

Non tutti noi, ovviamente, siamo appassionati di detailing dell’auto. Come dicevamo all’inizio, talvolta, la pulizia della vettura è solo vista come una delle tante incombenze da svolgere! Se sei fra quelli che aspettano che piova perché si lavi da sola, che ne dici di dare un’occhiata ai nostri consigli per lavare l’auto e capire perché è importante lavarla in inverno? Troverai tanti suggerimenti per un lavoro rapido ed efficace, anche per lavare la moto con l’idropulitrice!

 

Crediti immagine di copertina: REDPIXEL.PL/Shutterstock.com